Sostieni le Attività RdR

È facile e vantaggioso.

  • Effettuando un bonifico sul conto corrente della Banca d'Alba (Filiale di Castagnito):

    Intestatario: "Associazione Sportiva Dilettantistica Culturale Socio-Educativa Ragazzi del Roero"

    Causale: "Sostegno attività associativa anno xxxx/xxxx".

    Codice IBAN: IT66 Q085 3047 0200 0002 0136 062

    ABI: 08530 - CAB: 47020 - CIN: Q

  • Donando il tuo 5x1000 ai Ragazzi del Roero

    Codice fiscale: 90041260044

Scopri i vantaggi

Le erogazioni liberali in denaro effettuate da persone fisiche in favore delle associazioni sportive dilettantistiche danno diritto ad una detrazione dall’Irpef del 19 per cento. La detrazione, che va fatta valere in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi (modello 730, modello UNICO), va calcolata su un importo complessivo non superiore a 1.500 euro per ogni periodo d’imposta. Qualunque sia la somma erogata, per fruire dell’agevolazione il versamento deve essere eseguito tramite banca, posta, carte di credito, bancomat, carte prepagate,assegni bancari e circolari non trasferibili intestati all’associazione destinataria. La documentazione comprovante l’effettuazione delle erogazioni liberali non va allegata alla dichiarazione dei redditi, ma conservata dal contribuente ed esibita, se richiesta, agli uffici competenti dell’Agenzia delle Entrate. L’agevolazione spetta anche quando l’erogazione è effettuata in favore di società sportive dilettantistiche costituite in società di capitali senza fine di lucro.
L’erogazione effettuata da società ed enti a favore delle associazioni sportive dilettantistiche è interamente deducibile fino all’importo di 200.000 euro l’anno. La somma corrisposta è infatti considerata, per chi la eroga, una spesa di pubblicità e, come tale, deducibile nello stesso periodo d’imposta in cui è stata sostenuta o in quote costanti nell’esercizio di sostenimento della spesa e nei quattro successivi. Inoltre, la stessa detrazione prevista per le persone fisiche (19 per cento su un importo massimo di 1.500 euro per periodo d’imposta) può essere fruita anche dalle società e dagli enti commerciali e non. Riguardo alle modalità di versamento valgono le stesse regole previste per le persone fisiche (banca, posta, carte di credito).